E-COMMERCE

Un sito per dispositivi mobili è più importante di quello per Desktop

mobile-users-desktop-users-2014
Written by RoRo-71

Ormai è cosa risaputa e non più di grande clamore, ma vista la situazione che riscontro nel panorama dei siti web, e soprattutto in quello italiano attuale, sarà bene ribadirlo a gran voce… “ un sito per dispositivi mobili è indispensabile ed è più importante di un sito di normale concezione per desktop”.

Sarà per una questione genetica, o forse no, che l’Italia è stato sempre un Paese che in fatto di tecnologia è arrivato in seconda battuta rispetto ad altri paesi come gli Stati Uniti e quelli anglosassoni europei. Sta di fatto che ancora oggi i commercianti italiani e chiunque voglia aprire un’attività o voglia anche solo comunicare con i frequentatori della rete (oramai quasi chiunque), non sfruttano al meglio le nuove innovazioni (ormai già di rodate) in tema di raggiungibilità dei siti internet.

Le tendenze, ma soprattutto le statistiche, vedono l’utilizzo di siti per dispositivi mobili avanzare sempre più, tanto da superare in fatto di visite i computer fissi.

Ciò viene confermato dai dati di monitoraggio agli accessi ai siti web di tutto il mondo. Secondo il The Guardian, rivista e portale generalista di importanza mondiale, già dal settembre 2014 sappiamo che in UK il 52% del traffico nei siti online è occupato da tablet e smartphone e supera quello dei desktop, attestando a 36% il volume di vendite portate a conclusione da dispositivi mobili.

 

Cosa avviene in Italia? Bhè la situazione è assai diversa e decisamente drammatica.

Per capirlo basta consultare i dati forniti da StatCounter relativi al Belpaese che ci dicono che ancora il traffico desktop per la fine del 2014 rappresentava il 59% contro il 40% di quello mobile. Considerando che Paesi come l’UK, Germania ed Usa si sono sempre dimostrati anticipatori di tendenze e tecnologie, possiamo capire che l’Italia avrà prima o poi il suo boom di volume d’affari su mobile.

 

Ecco perché è estremamente importante per chiunque voglia ampliare le proprie possibilità di fatturato, non farsi trovare impreparati e predisporre per tempo siti ed applicativi adeguati capaci di soddisfare ogni tipo di visitatore della rete, che sono poi i potenzialmente clienti.

 

Ultimo dato che dovrebbe far correre all’implementazione di un sito Responsive, cioè un sito adatto all’utilizzo su dispositivi mobili, per la propria attività online, è la massima considerazione che Google sta esprimendo nei confronti di questo tipo di siti, per quanto riguarda la restituzione dei risultati nel proprio motore di ricerca (SERP – Search Engine Report Page).

 

Già da Ottobre 2014, il più importante motore di ricerca del mondo, ha inserito nelle proprie pagine del motore statunitense, l’indicazione esplicita della compatibilità del sito restituito con i dispositivi mobili, ponendo un evidente accento su tale caratteristica.

 

Google stessa ha messo a disposizione poi un tool (dentro il webmaster tools) per verificare il grado di compatibilità del sito al traffico in movimento su tablet e smartphone. Tool che lo trovi qui. Scoprire che il tuo sito non rientri nei parametri indicati rivelerebbe senz’altro un errore umano, perseverare nell’errore sarebbe oltremodo diabolico.

Se pensi che ti possa servire una informazione o un consulto per dare una svolta al tuo traffico contattami liberamente.

Leave a Comment